riflessioni dopo siena collegamento

- Parigi e la sua forza - PDF

- riflessioni dopo Siena

- La dignità dei manichini viventi - lavoro in corso

- Omofobia a Ravenna

- Manifesto della Libera Università delle Donne di Milano

- A proposito del corpo delle donne e spogliarelli

- Priorità della vita sull'economia

 

Pagina di apertura

L'AMBIGUO PATERNO

Convegno e Seminario di studi nelle giornate del 26 e 27 febbraio 2016, presso Sala Muratori Biblioteca Classense, in Via Baccarini, 5 - Ravenna -
VEDERE volantino in PDF
Esiste l’istinto paterno? Si è padri naturalmente o culturalmente? Ci sono, e chi sono, i nuovi papà? Dopo un recedente convegno dedicato a “L’ambiguo materno”, è sui padri del tempo presente che intendiamo interrogarci.

Si segnala inoltre la conferenza di Michela Marzano alla Casa delle donne per il 27 febbraio ore 10,00: Uomini e donne si nasce o si diventa? E' giusto che nelle scuole si parli di sesso, identità di genere e orientamento sessuale? Esiste un'ideologia gender?
vedere LINK su Facebook

A proposito di storia. Donne e Uomini nel corso del tempo

CONFERENZA PUBBLICA
23 GENNAIO, ORE 16,00, PRESSO SALA MELANDRI - RAVENNA
Paola Patuelli
(Docente di filosofia e storia)
VEDI VOLANTINO

Società, genere ed educazione:
la prospettive teoriche e la normativa europea

09 GENNAIO, ORE 16,00, PRESSO SALA MELANDRI - RAVENNA
LEA MELANDRI E CHIARA CREATELLA
Conferenza pubblica - VEDI VOLANTINO

NOVEMBRE 2015 - INIZIATIVE DEL MESE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

ALTERNATIVE ALLA VIOLENZA DI GENERE
Tre iniziative pubbliche promosse dall'associazione FMP anche in collaborazione con Psicologia Urbana e Creativa:
- giovedi' 12 novembre dalle 17,00 alle 19,00 "Tra potere e libertà"
- giovedi' 12 novembre dalle 19,30 alle 22,30 "il linguaggio dei sentimenti"
- venerdi' 13 novembre dalle 10,00 alle 13,50 "La scuola promotrice di salute" aula magna Istituto Morigia - VEDI VOLANTINO

23 novembre - “Amore e violenza negli adolescenti” - incontro pubblico con Doriana Togni (autrice del libro “Ragazze trasgressive in cerca d'identità" e Alessandra Campani/Adriana Lusvarghi curatrici del libro "Cosa c'entra l'amore?: ragazzi e ragazze e la prevenzione della violenza sulle donne" - VEDI VOLANTINO

E' IN AVVIO IL PERCORSO FORMATIVO PER DOCENTI
"Pluriverso di genere 2 - educare alle differenze"

La scuola è una micro società e come tale rispecchia e rappresenta la molteplicità della realtà contemporanea, e diventa quindi anche luogo di espressione delle dinamiche legate alle relazioni di genere. La scuola rappresenta anche il luogo di educazione intenzionale, inoltre i pregiudizi e gli stereotipi di genere possono aumentare la conflittualità ed il disagio relazionale dando vita a quei fenomeni sociali spesso oggetto delle cronache attuali quali bullismo, omofobia, violenza.
Il progetto Pluriverso di Genere 2 (educare alle differenze), sull'impronta di quello realizzato l'anno scorso (vedi chiusura con il Convegno), è di carattere “azione-riflessione sull'esperienza” sull'educazione alla relazione di genere, e prevede la formazione di insegnanti dei tre ordini di grado (Sc. infanzia, elementare e media). In esso, si accompagneranno i docenti nelle attività di formazione iniziale, di azione in classe, di riflessione sull'esperienza e (per chi vuole) di restituzione pubblica di quanto attraversato con le attività precedenti. VEDI PAGINA SPECIFICA

INIZIATIVE 8 MARZO 2015

Un mese di iniziative in occasione della Festa Internazionale delle donne promosse dal
Comune, dal Decentramento, da Associazioni e Coordinamenti femminili.
Vedi il generale programma in PDF - inoltre si invita a prendere visione del Convegno educativo in data 28 marzo, dal titolo PLURIVERSO DI GENERE: esperienze di educazione di genere nella scuola - vedi pagina specifica

A proposito di Gender Jihad. Incontro sui Femminismi Musulmani
Dialogo con Maria Luisa Boccia - 3 marzo, Ore 18

A cura di : LIFE, Associazione Femminile Maschile Plurale e Associazione Libere Donne. Presso Casa delle Donne, Via Maggiore, Ravenna buffet magrebino/romagnolo a conclusione dell’incontro - vedi Invito

E’ possibile che donne fra loro diverse, italiane e marocchine, di diversa fede religiosa, musulmana e cattolica, laiche e non credenti, si incontrino in un comune percorso di ricerca e di reciproco riconoscimento? E’ possibile, in un contesto che spesso ancora vede nelle differenze culturali un dato naturale, indiscutibile e immutabile?
Nonchè e sempre con Maria Luisa Boccia, il giorno dopo ci sarà la presentazione del libro dedicato a Carla Lonzi, ore 20,30 - vedi invito promozionale

IMMAGINI AMICHE A RAVENNA
Visita il sito internet che promuovere la critica e l'osservatorio alle immagini del femminile in provincia di Ravenna - vedi link

IL DILEMMA DELLA PACE
Elda Guerra Mercoledì - 18 marzo 2015 Femministe e pacifiste sulla scena internazionale negli anni dal 1914 al 1939. Presentazione del libro "Il dilemma della pace" di Elda Guerra, sarà presente l'autrice, presso La Feltrinelli - via diaz - vedi invito

05 marzo - Chi dice donna dice danno - al Mamas -
Nell’ambito delle iniziative in occasione della Festa Internazionale delle donne promosse dal Comune, dal Decentramento, da Associazioni e Coordinamenti femminili, giovedì 5 marzo alle ore 20,30, le Associazioni Linea Rosa, Femminile Maschile Plurale, Libertà e Giustizia circolo di Ravenna, con Teatro del Libero Labirinto e le Fate, promuovono in collaborazione con il Mama’s Club “Chi dice donna dice danno”, una serata di letture e musica dedicate alle donne.
Il Teatro del Libero Labirinto con Loretta Corbara, Adriana Corbelli, Daniela Denti e Patrizia Guerrini, inizierà con una lettura teatrale del Progetto di legge per vietare alle donne di imparare a leggere, progetto di legge che l’illuminista convinto Sylvain Marèchal scrisse nel 1801; Le Fate con Loretta Corbara, Adriana Corbelli, Sandra Melandri e Monica Vodarich seguiranno con Chi dice donna dice danno, letture semiserie di frasi sulla donna, detti e proverbi dai tempi di Eva ad oggi. Si proseguirà in musica con un ciclo di canzoni di Ariel Ramirez, “Las Mujeres Argentinas”, interpretate da Daniela Bertozzi, cantante, e Luisa Majone, pianista.
Interventi e commenti di Sandra Melandri e Alessandra Bagnara di Linea Rosa. 
La serata si terrà al Mama’s Club in via San Mama 75, Ravenna.
Ingresso libero - - vedi volantino

14 marzo - Chi fa i lavori di casa? - vedi volantino

Paul Ginsborg a Ravenna - "Famiglia Novecento"
Vita familiare. rivoluzione e dittature
1900-1950 Convegno - Venerdì 13 febbraio 2015, presso Sala Muratori. Biblioteca Classense
Via Baccarini 3 – Ravenna - vedi pagina specifica e volantino PDF ROMA -

Venerdì 30 gennaio 2015, ore 17.30
Presentazione e dibattito sul libro FEMMINISMI MUSULMANI
Un incontro sul Gender Jihād Casa internazionale delle donne Via della Lungara 19, Roma a cura di Ada Assirelli, Marisa Iannucci, Marina Mannucci, Maria Paola Patuelli - vedi volantino PDF

LA VIOLENZA NELLE RELAZIONI INTIME
- Febbraio Aprile 2014 Sei incontri da mercoledì 12 febbraio a martedì 08 aprile - discussioni aperte al pubblico con esperti ed operatori.
Accade che nelle relazioni fra donne e uomini, soprattutto sentimentali, qualcosa si inceppi, ed il rapporto da libero - da relazioni d'amore - si trasformi in violenza...
VEDI DEPLIANT PROMOZIONALE

STORIE DI VIOLENZA - 5 film tra novembre e dicembre 2013
cineforum - per una riflessione critica sul maschile e sulla violenza alle donne Ogni film sarà preceduto da una breve presentazione e seguito da dibattito
Vedi volantino (formato pdf - 233Kb) ed immagine (formato JPG - 95Kb) a colori 3 e 4 maggio 2013

CONVEGNO e SEMINARIO - Gender Jihad: Femminismi musulmani
La partecipazione al convegno è totalmente gratuita. E’ gradita l’iscrizione via mail a info@lifeonlus.org oppure al numero 327 6656310 allo scopo di predisporre il materiale, e per tutte le altre esigenze organizzative.
Per il programma delle attività vedi pagina specifica: Genderjihad
Scarica Volantino (pdf - Kb480) e Modulo di iscrizione (Kb 70) 30 aprile, ore 18 - presentazione libro "Gender Jihad" il seminario è anticipato dalla presentazione del libro "Gender Jihad" che avverrà il 30 aprile presso la libreria Feltrinelli di Ravenna alle ore 18,00; tenuto dall'autrice Marisa Iannucci - Vedi copertina-fronte e retro del libro

8 Marzo 2013
Tutte le iniziative che sono in programma per l'8 marzo 2013 e le giornate precedenti e successive, a cui anche l'associazione contribuisce: - Depliant del programma delle inziative - link a pdf (1,28 mega) - link a pagina web
- Invito conferenza con Laura Corradi del 23 marzo - link a pdf (200Kb)
- invito 9 marzo casa della Donna di Ravenna - link a pdf (279Kb)

23 marzo 2013 ore 16 Sala D'attorre - Ravenna, via Ponte Marino 2 Conferenza pubblica di Laura Corradi Specchio delle su brame. Genere, razza, eterosessismo nelle pubblicità. Perchè le pubblicità presentano icone prevalentemente belle, alte, magre, ricche, desiderabili e giovani? (leggi tutto) - vedi video-riassunto su youtube

La storia e il pensiero delle donne - febbraio/marzo 2013
Fra Scilla e Cariddi: corpi, immagini e comunicazione -
SEMINARIO IN COLLABORAZIONE E PRESSO L'UNIVERSITA' PER LA FORMAZIONE PERMANENTE DEGLI ADULTI "G. BOSI MARAMOTTI" Vai alla pagina specifica: Fra scilla e cariddi

MASCHI Presentazione del nuovo libro di Arnaldo Spallaci
11 dicembre, ore 17,30 - vedere volantino e pagina Eventi e Progetti
presso Sala Multimediale della Banca Popolare di Ravenna, via Guerrini 14

Amore e violenza: il silenzio degli uomini -
23 novembre 2012, presentazione del libro "Amore e violenza", di e con Lea Melandri
- 25 novembre 2012, innaugurazione mostra: "Ti voglio tanto... male" di Marina Guerra e Stefania Vecchi
- 28 novembre 2012, il seminario: quando la violenza prende il posto delle parole: il silenzio degli uomini - per vedere il programma Per maggiori informazioni si rinvia alla pagina specifica

Primum vivere anche nella crisi: la rivoluzione necessaria
la sfida femminista nel cuore della politica Incontro nazionale: Paestum 5,6,7 ottobre 2011 C’è una strada per guardare alla crisi della politica, dell’economia, del lavoro, della democrazia – tutte fondate sull’ordine maschile – con la forza e la consapevolezza del femminismo? Noi ne siamo convinte.
Davanti alla sfida della libertà femminile, la politica ufficiale e quella dei movimenti rispondono cercando di fare posto alle donne, un po’ di posto alle loro condizioni che sono sempre meno libere e meno significative... Per le restanti informazioni si rinvia alla pagina specifica

A PROPOSITO DI VIRILITA’ Un incontro con Sandro Bellassai
Martedì 15 maggio Ore 17.30 Sala Multimediale della Banca Popolare, Ravenna Sandro Bellassai, della associazione Maschile Plurale, che, fin dalla sua attivazione nel 2008, fa parte anche della Associazione ravennate Femminile Maschile Plurale - FMP - sarà a Ravenna, a conclusione del Cineforum Storie di maschi,  per la presentazione del suo ultimo lavoro Per le restanti informazioni si rinvia a pagina specifica e al PDF (Kb130)

A partire dal corpo -
presentazione libro venerdì 18 maggio ore 18 - CISIM di Lido Adriano, viale Parini 48 - presentazione del nostro libro Partire dal corpo 
Intervengono: Laura Gambi, Maria Paola Patuelli, Isabella Peretti (ediesse), Serena Simoni, Cinzia Spaolonzi
Moderano: Marco Cavalcoli , Marina Mannucci VEDI LINK

martedì 22 maggio ore 18.30 - Cassero di Bologna, via Don Minzoni 18 - presentazione del nostro libro Partire dal corpo ospiti di ArciLesbica di Bologna
L'iniziativa è stata inserita nel Maggio dei Libri e Bologna Pride 2012
Intervengono: Elda Guerra, Elena Del Grosso, Maria Paola Patuelli, Isabella Peretti (ediesse), Serena Simoni, Cinzia Spaolonzi
Modera: Maria Filice

La storia e il pensiero delle donne - Sessismi e razzismi di genere 2012 Il seminario di quest'anno intende affrontare due nodi cruciali: sessismo e razzismo. Nodi "vecchi" e nuovi perché riportati prepotentemente alla ribalta dall'ordine/disordine mondiale e da quanto sta succedendo da noi, in Italia.... VEDI IL PROGRAMMA COMPLETO
3 Venerdì (dalle 15,00 alle 17,00) e 3 sabati (dalle 9,30 alle 12,30)
Data di inizio: 3 febbraio 2012
Sede: Casa della Cultura, Piazza Medaglie d'Oro - Ravenna Una storia italiana a partire dalle donne Ecco il programma di Una storia italiana a partire dalle donne che vede nella prima parte il Convegno Donne e Uomini dall’Unità all’Italia repubblicana, promosso da Orlando e Femminile Maschile Plurale (Ravenna 4 e 5 novembre 2011).
Nella seconda parte del progetto lo spettacolo Le Rivoluzionarie (Teatro socjale di Piangipane 26 novembre), curato da Udi e Donne CGIL e Spi CGIL.
L’intero programma  vede la diretta partecipazione dell’Assessorato alle Politiche e cultura di genere del Comune di Ravenna. Per le restanti informazioni si rinvia a pagina specifica e al PDF (Kb1400) allegato. Sabato 29 ottobre 2011 ore 14,30 -18,00
Spazio dell'Unione femminile, Corso di Porta Nuova 32, Milano

Presentazione del libro
Partire dal corpo. Laboratorio politico di donne e uomini
Per le restanti informazioni si rinvia alla pagina specifica. Comunicato stampa 10 ottobre 2011 Troppo poche sono le voci che, a Ravenna, si sono sentite in merito al problema dei senzatetto, immigrati e non, fenomeno in crescita che i prossimi mesi invernali renderanno drammatico,  e a episodi un tempo inusuali nella nostra città,   che ci parlano di una coesione sociale incrinata da varie e diverse  forme di emergenza. Ci troveremo il giorno 10 ottobre, alle ore 18,  presso la sede di CittAttiva, Via Carducci. Vai al Comunicato Stampa Video intervista a Raffaella Lamberti Segnaliamo che è online la video-intervista di Raffaella Lamberti a Marianella Sclavi. Uno scambio, breve ma intenso, su democrazia partecipativa ed approccio nonviolento ai conflitti in occasione della prossima presentazione a Bologna (6 ottobre 2011, ore 18 - Aula Magna di S. Cristina, Via del Piombo 5) del libro Confronto Creativo. Dal diritto di parola al diritto di essere ascoltati, di Marianella Sclavi e Lawrence E. Susskind.

Link all'intervista Buona giornata,Spogliarelli d’estate. Breve storia ravennate fra corpi e politica

Ma Aurelio Mancuso, ci ha ascoltato? A poco più di un mese dall’affaire, visto che tutto si muove più velocemente di un tempo, è possibile trarre qualche conclusione dalla vicenda ravennate degli spogliarelli estivi, lavorando sui documenti variamente prodotti, su scambio di riflessioni avvenute all’interno della nostra associazione Femminile Maschile Plurale, abitata da molte donne e qualche uomo, prevalentemente ravennati, ma non solo, e su personali impressioni. La decisione di farne la breve storia è scaturita dopo la lettura dell’articolo di Aurelio Mancuso del 29 luglio scorso, così lontano dalle nostre passioni di quei giorni. Vale la pena confrontare, quindi, le diverse passioni, quelle di Mancuso e le nostre. CLICCA QUI PER ACCEDERE A TUTTO L'ARTICOLO Leggi qui la cronistoria degli eventi ed interventi di diverse persone.

Lavori in corsa: 30 anni Cedaw Racomandazioni rivolte al governo italiano. Questioni critiche rivolte al VI Rapporto Periodico dell'Italia sulla Cedaw e il Rapporto Ombra completo - via alla pagina Dignità dei manichini viventi
di Lea Melandri La vicenda che ha visto coinvolte la Filcams Cgil e la Camera del Lavoro di Milano, a proposito dell’iniziativa della Coin di mettere in vetrina ragazzi e ragazze per pubblicizzare prodotti da spiaggia, si può considerare emblematica delle implicazioni ambigue, contraddittorie, che si porta dietro, con evidente esitazione a nominarle, il movimento che da alcuni anni si batte contro la mercificazione del corpo delle donne. La folta schiera di ragazze-immagine che popolano la televisione, la pubblicità, gli intrattenimenti degli uomini di potere, che altro sono se non “manichini viventi”, modelli di bellezza, oggetti scambiabili di uso e consumo, moneta incarnata di quel grande mercato che sta diventando la comunità umana? CLICCA QUI PER ACCEDERE A TUTTO L'ARTICOLO

Omofobia a Ravenna - Possibile? Che siano stati segnalati alla Rete della Regione contro le discriminazioni episodi di omofobia e transfobia accaduti in una scuola di Ravenna è per noi un fatto che contemporaneamente ci rattrista e ci rincuora.
Ci rattrista perché, in ogni caso, i fatti hanno dietro di sé e con sé molta umana sofferenza.
Ci rincuora perché la franchezza e il coraggio di chi ha segnalato gli episodi a chi di dovere testimonia la crescita di coscienza civile e di impegno per il riconoscimento di propri diritti, e perché la discussione pubblica del caso informa la cittadinanza della esistenza di una Rete contro la discriminazione istituita a livello regionale. Le persone che si sentono discriminate sanno, in questo modo, di non essere sole. CLICCA QUI PER ACCEDERE A TUTTO L'ARTICOLO